neinde - opificio culturale

Oggi come sempre

Dicono che le donne siano meravigliosamente multitasking. Io so solo che ultimamente le tante cose da fare per dare lo slancio iniziale a Neìnde mi hanno travolta e non sono riuscita a occuparmi anche del blog. Non perché non ci fosse niente da dire, ma perché i pensieri vanno più veloci del tempo che si ha per scriverli. Comunque, per fortuna, sono ancora in piedi e con l'entusiasmo di sempre.

Oggi è un giorno particolare per scrivere. Sì, oggi si parla di donne intensamente. L'otto marzo è sempre così. Oggi è la Giornata Internazionale della Donna o, più semplicemente, la vecchia, cara Festa della Donna.

Oggi si può dire tutto e il contrario di tutto su di noi e qualcosina la voglio dire pure io.

Certe cose vanno ripetute, anche se già si sanno bene. Le discriminazioni e le violenze ci sono ancora, a tutti i livelli e in tutto il mondo. Sono ancora pesanti e troppo ingombranti. Gli stereotipi di genere ancora condizionano scelte, comportamenti, opinioni.
Io ogni giorno cerco, piano piano, di indebolire un sistema che, posso assicurare, ancora ci vuole nell'ombra. Per esempio, lo faccio con Neìnde. E, grazie al mio lavoro, so che davvero le donne hanno delle capacità fuori dall'ordinario.
Ebbene adesso, però, festeggiamo!
Festeggiamo sia se siamo “donne vere”, sia se siamo solo “femmine”. (Questa ogni volta che la leggo o la sento mi fa veramente ridere)
Festeggiamo sia se non vogliamo figli, sia se li vogliamo a tutti i costi.
Festeggiamo sia se siamo belle, sia se siamo intelligenti, sia se siamo belle e intelligenti.
Festeggiamo sia se piangiamo davanti a un film, sia se andiamo nello spazio.
Festeggiamo sia siamo in carriera, sia se siamo casalinghe.
Festeggiamo sia se facciamo gruppo, sia se critichiamo le altre.
Festeggiamo perché parità significa distinguere le differenze, riconoscere la loro pari dignità e rispettarle.
Festeggiamo perché avere dei diritti vuol dire esserne all'altezza anche senza doverlo sempre dimostrare.
Festeggiamo perché le regole dobbiamo cambiarle noi.
Festeggiamo perché dobbiamo amare noi stesse anche quando ci amano.
Festeggiamo per sorridere e riflettere.
Festeggiamo per sorridere e lottare.
Festeggiamo per sorridere dei giudizi e dei pregiudizi.
Festeggiamo perché sì, dovrebbe essere tutti giorni come oggi ma intanto oggi noi ci godiamo la nostra festa. Viviamola fino in fondo sta giornata, come ci pare!
Festeggiamo sia se oggi scioperiamo, sia se ce ne andiamo a vedere lo spogliarello di un bel fusto con le amiche.

Condividi